Quest’anno all’interno della III Edizione della Mostra Nazionale dei Presepi d’Italia sarà presente il Presepe di Sabbia. Un materiale semplice, “povero” come la sabbia unito in modo semplice all’acqua si trasforma, grazie al tocco di mani sapienti, in arte. Nasce così, da quasi vent’anni Jesolo Sand Nativity, un evento unico nel suo genere che attraverso la sabbia originaria delle Dolomiti dà forma al racconto della Natività.

Quella di creare il racconto della nascita di Cristo attraverso la sabbia è un’idea tutta jesolana, che ha saputo unire la peculiarità di un territorio a vocazione turistica e la sua materia prima. Un’intuizione che negli anni ha colto l’apprezzamento di oltre un milione di persone e che, attraverso il legame con la solidarietà, ha permesso di sostenere con oltre 700 mila euro, progetti benefici in più di 40 paesi del mondo. La sabbia di Jesolo ed i Sassi di Matera: due elementi semplici che si incontrano e si uniscono, parlando di ingegno, di creatività, di cultura italiana. Dal 7 dicembre 2019 al 6 Gennaio 2020 l’evento sarà ospitato in uno degli edifici storici della città: l’ex Carcere - ex Ospedale San Rocco. Ed è proprio all’interno dei suoi due piani che la Mostra Nazionale dei Presepi d’Italia sarà allocata, ricoprendo cosi una superficie di mq 1000 circa.

La mostra avrà la durata di un mese, precisamente dalla data del 7 dicembre 2019 a quella del 6 gennaio 2020 (chiuso 25 dicembre 2019 e 1° gennaio 2020), rimarrà aperta tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 21.00 (24 e 31 dicembre aperto solo la mattina fino alle 13:00).